L’ultimo giovedì del mese di novembre ogni anno negli Stati Uniti si festeggia il ‘giorno del Ringraziamento’, il Thanksgiving Day. La maggior parte di noi ha avuto modo di conoscere questa ricorrenza attraverso la cinematografia statunitense, che spesso propone tale situazione all’interno delle storie che racconta utilizzandola come cornice tanto quanto in Italia, ma anche altrove, il Natale.

È il periodo dell’anno in cui si intensificano i ritrovi con i propri cari e si sente la necessità – o l’obbligatorietà – di ritrovarsi e stare insieme. Abbiamo assistito divertiti al menù tipico che la contraddistingue, e anche un po’ perplessi per la rilevanza che a essa viene data, surclassando spesso il Natale la cui supremazia è per noi praticamente scontata.

Forse non molti sono a conoscenza dell’origine che sta alla base di questa festa. Quando i Padri Pellegrini di fede calvinista fuggirono dalla Gran Bretagna e sbarcarono nel nord America, si trovarono davanti a un ambiente molto diverso, e inizialmente ebbero grossi problemi di sopravvivenza. Solo grazie all’aiuto dei nativi capirono che dovevano cambiare le colture e gli allevamenti per ottenere il massimo da quei nuovi territori. Quando sembrò che il peggio fosse passato, e che le nuove abitudini cominciassero a dare buoni frutti, decisero di ringraziare Dio – e non i nativi – per questi doni.

Dal XVIII secolo, con George Washington, e ancor di più nel XIX secolo, la festività si estese a quasi tutti gli stati nord-americani.

Nel menù tradizionale sono presenti i cibi simbolo delle nuove colture intraprese dai Padri Pellegrini, vale a dire patate dolci, mais, zucca, salsa di mirtilli rossi e ovviamente il tacchino.

Per quanto mi riguarda, non sono stato in grado di comprendere appieno il significato di questa celebrazione finché non ho avuto modo di viverla di persona. Mi trovavo in vacanza negli Stati Uniti, e proprio in quei giorni ero ospite da amici nell’affascinante Palm Springs, stato della California. Avevano invitato le persone a loro più care, le quali contribuirono a un menù molto ricco per un pranzo che si protrasse per l’intera giornata. In uno dei momenti più intimi e intensi, ognuno fu sollecitato a esprimere un ringraziamento, e solo allora mi fu spiegato che la persona poteva rivolgersi a un’entità religiosa qualsiasi, ma anche a una o più persone, a se stesso o anche al destino. Insomma, era l’occasione per ringraziare chi o cosa volesse.

Ho capito che come nessun’altra ricorrenza popolare, questa è del tutto trasversale e inclusiva, dato che nel sentire contemporaneo si rivolge alle persone lasciandole assolutamente libere di esprimersi. Un’occasione di dirsi felici per ciò che la propria vita concede, e per farlo insieme a chi si ama, la famiglia oppure gli amici.

Al contrario di quanto è sempre accaduto, in questo caso da una tradizione nata per motivi religiosi si è passati a una celebrazione che coinvolge anche i non credenti. Questa mi è sembrata una cosa molto bella e importante, un modo per rendere tutti veramente uguali e uniti. Ho cominciato a pensare che dovrebbe essere onorata da tutti, ovunque, perché non c’è nulla di più bello che poter esprimere se stessi e farlo con chi si ama. Quale che sia quello che ti rende felice, che per te è importante. Te stesso, gli altri, l’incarnazione della spiritualità che ti fa stare bene. Il ringraziamento che ti nasce spontaneo sulle labbra, e che viene dal cuore.

Roberto Fustini

Ig @fustinir Fb Roberto Fustini scrittore

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DEL BLOG

The Nasone , the fountains of Rome

THE NASONE , the fountains of Rome  Nasone is the street name, fontanella is the “formal” name.   This is the name of the public fountains made of cast iron that are spread all over the city, from downtown to the perimeter of the city. The name comes from the shape of the tap that looks like a [...]

What can I do with my children in Rome?

What can I do with my children in Rome? Villa Borghese. Head to this gigantic park for the green space and the zoo. In addition, kids can pedal a bike or go-kart, or take a ride on the Bioparco Express train (Web site: http://www.bioparco.it/english/) which circumnavigates the zoo. The Villa Borghese’s museum, the Galleria Borghese, [...]

Rome Pride 2022

Rome is one of Europe’s great cities and the annual gay pride festivities are truly spectacular. The Eternal City includes a lively parade and plenty of celebrations. Despite being home to the Vatican, there is no stopping this event which has been running since 1994. The first World Pride took place in Rome in 2000 [...]

Il potere delle recensioni

Ebbene sì, il destino di un alloggio turistico è determinato dalla sua reputazione online: dalle opinioni degli ospiti nei social network, nei blogs e soprattutto nei portali dedicati alle recensioni. Chi si affida alle recensioni cerca resoconti di esperienze, possibilmente oggettive ed approfondite.  Ma cosa guardano in particolar modo gli ospiti che devono scegliere un [...]

E tu che viaggiatore sei?

Indipendentemente dal tipo di alloggio che fornisci è probabile che tu abbia incontrato un'ampia varietà di viaggiatori con una gamma ancora più ampia di desideri ed esigenze che possono essere una vera sfida da gestire.  Di seguito definiamo alcune tipologie di ospiti e alcuni consigli su come prepararti ad ospitarli! Family travelers: amano trascorrere del [...]

The Customer Experience: alcuni semplici consigli per migliorare l’esperienza del tuo ospite.

Le aspettative degli ospiti sono un obiettivo mobile. Per poterlo centrare, i Property managers devono sempre aggiornare le loro offerte e i loro servizi. E sì, alcuni aggiornamenti richiedono mesi per essere completati e hanno generalmente costi elevati.    Tuttavia esistono anche correzioni veloci con un budget limitato. Quindi, anche se al momento non sei in [...]

😉 Anche il mio attico!!!!

Finalmente la firma!!!   Finisce cosi la prima mini-serie di corti prodotti da Stay in Rome apartments nella quale abbiamo seguito questa coppia di proprietari indecisi trovare finalmente la soluzione più redditizia per la locazione del loro appartemento in centro a Roma…e finalmente possono stare SENZA PENSIERI!!!   ✋ E’ importante valutare bene a chi […]

😉 Ecco la soluzione!!!!

In una delle piazze più belle del mondo, nel centro di Roma, di fronte al Pantheon, la coppia più famosa del nostro sito web ci propone finalmente la soluzione….   ✋ E’ importante valutare bene a chi affidare il proprio immobile….  

😉 Si può fare!!!!

Durante la colazione mattutina, dopo una notte insonne, il giovane Raimondo rivela la sua grande scoperta…   ✋ E’ importante valutare bene a chi affidare il proprio immobile….  

Buona Pasqua in tutte le lingue del mondo!

Vuoi sapere come si dice Buona Pasqua in tutte le lingue del mondo?   Sei arrivato nel posto giusto.   Permettici prima di augurarti Buona Pasqua da parte di tutto lo staff di Stay in Rome Apartments. Happy Easter (Inglese) Joyeuses Paques (Francese) Καλό Πάσχα (Greco) BuonaPasqua(Italiano) Frohe Ostern (Tedesco) Feliz Pascua  oppure ¡Felices Pascuas  [...]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.